Sabatini, rivelazioni choc: è mio!

L’ex direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, rivendica i meriti di un affare concluso nel 2017. I dettagli della trattativa

Il 2 maggio scorso Walter Sabatini ha compiuto 68 anni. La scorsa estate, dopo la miracolosa salvezza della Salernitana guidata da Davide Nicola, il presidente campano Danilo Iervolino gli ha dato il benservito. L’erede di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma non usò espressioni felici verso il suo uomo mercato, facendo riferimento a commissioni alte e ad affari poco limpidi. Sabatini ha attraversato tante vite nel calcio. Dopo una squalifica nel 2000, il dirigente riprese l’attività da ds proprio nella Lazio di Claudio Lotito; con i biancocelesti era stato coordinatore del vivaio dal 1992 al 1994. Dopo aver lasciato Formello nel 2008, fino a novembre 2010 aveva operato nel Palermo di Maurizio Zamparini. Dal 2011 al 2016 la sua pagina più corposa alla Roma.

Sabatini non ci sta: "Merito mio"
Walter Sabatini (Ansa) – giornaleromanista.it

Da maggio 2017 a marzo 2018 era stato direttore dell’area sportiva del Gruppo Suning, quindi un’altra stagione “veloce” con 10 mesi alla Sampdoria che saluta nell’aprile 2019. Prima dell’approdo alla Salernitana nel gennaio 2022, passa due anni tra Montreal e Bologna. Ora è di nuovo in pista e si racconta nel libro “Il mio calcio furioso e solitario”.

Sabatini: “I milioni di Frattesi alla Roma sono merito mio”

Come riporta siamolaroma.it, Walter Sabatini ha parlato della sua fatica letteraria al museo MAXXI di Roma, situato a meno di 1 km dallo Stadio Olimpico. Come riferito anche da Tag24, lo scopritore di talenti rivendica con forza l’operato, con il massimo rimpianto legato alla sua squadra del cuore. “Promesse non mantenute? Non ne ho una che mi dispiace aver infranto a un calciatore. Verso i tifosi sì, la mancata vittoria dello scudetto a Roma mi ha ferito e continua a farmi male”, ha rivelato il dirigente di Marsciano. Sabatini si è anche espresso sull’attuale proprietà di Trigoria. “Mi piacciono molto i silenzi di Dan Friedkin. Chi riesce a conservare distacco e silenzio riesce poi ad affrontare meglio i problemi”, rimarca lo scopritore di Kolarov e Marquinho.

Sabatini rivendica il tesoretto Sabatini
Davide Frattesi (Ansa) – giornaleromanista.it

Restando in casa giallorossa, non si poteva non parlare di Davide Frattesi. Dopo un breve passaggio nel settore giovanile della Lazio, il futuro centrocampista dell’Inter è stato alla Roma dal 2014 al 2017, quando il Sassuolo lo comprò per 5 milioni. “Speravo che venisse alla Roma. L’ho dato io al Sassuolo quando era ragazzino perché avevo bisogno di soldini, ma quando l’ho fatto ho voluto mettere la percentuale per cui la Roma incasserà soldi. I prossimi 5-6 milioni che arriveranno a Trigoria saranno roba mia”, ha quindi sottolineato uno dei signori del calciomercato italiano.

Scendendo più nel particolare,  l’Inter pagherà il centrocampista 27 milioni, più 6 milioni del cartellino di Mulattieri, più 5 milioni di bonus (4 per le eventuali presenze, 1 in caso di Scudetto). Considerando una valutazione di 33 milioni, esclusi quindi i bonus, alla Roma dovrebbero andare  9,9 milioni di euro.

Impostazioni privacy