Roma, Mourinho nel caos: le motivazioni non lasciano dubbi

Dopo le polemiche con l’Uefa per la direzione di gara dell’arbitro Taylor nella finale di Europa League, José Mourinho è ancora nel ‘caos’.

Dopo aver sfiorato l’impresa di far vincere alla Roma per due anni consecutivi un trofeo europeo, José Mourinho è alle prese con la nuova stagione. Con la compilazione del calendario del prossimo campionato di Serie A, di fatto, anche per il club giallorosso è iniziata l’annata 2023/24. 

Mourinho perplesso
Brutte notizie per José Mourinho (Ansa Foto) giornaleromanista.it

La Roma inizierà il proprio campionato in casa contro la Salernitana, poi andrà a Verona per giocare la seconda giornata. Mentre per il primo scontro diretto degli uomini allenati da José Mourinho (ovvero dell’Olimpico contro il Milan di Stefano Pioli) si dovrà aspettare solo il turno successivo.

Dal punto  di vista del mercato, invece, la Roma ha adesso meno pressione, considerando che Tiago Pinto è riuscito a compiere quasi 30 milioni di euro di plusvalenze entro il 30 giugno, chiudendo la pratica con una multa. Tuttavia, in attesa di possibili nuovi arrivi dopo quelli a zero di Houssem Aouar e di Evan N’Dicka, per lo stesso José Mourinho è rimasto di ‘stucco’ per le motivazioni di una sentenza che l’ha riguardato. 

Mourinho-Chiffi, ecco le motivazioni della sentenza della squalifica data al tecnico portoghese

Il Tribunale della FIGC, infatti, ha ufficializzato le ragioni che hanno portato alla squalifica di 10 giorni con 50 mila euro di multa a José Mourinho, dopo le durissime critiche fatte a Daniele Chiffi per la sua direzione di gara di Monza-Roma dello scorso 4 maggio: “E’ il peggior arbitro trovato nel corso della mia carriera”. 

Mourinho squalificato: le motivazioni
Il Tribunale della FIGC ha reso note le motivazioni della squalifica data a Mourinho per il suo attacco nei confronti dell’arbitro Chiffi (Ansa Foto) -giornaleromanista.it

Nella nota ufficiale del Tribunale della FIGC si riferisce che “i fatti sono chiari e non è in discussione il tenore delle dichiarazioni”. Proprio a tale riguardo, i giudici federali affermano che le affermazioni di Mourinho “travalicano senza dubbio i limiti di una ammissibile critica all’operato dell’arbitro Chiffi” e rimarcano come abbiano “senza dubbio leso gravemente, non solo il prestigio e la reputazione del direttore di gara ma pure l’intera organizzazione federale”. 

La difesa aveva cercato di scagionare Mourinho, sottolineando le scuse date ‘dall’incolpato e dalla società’, ma il Tribunale della FIGC ha comunque deciso di punire il tecnico portoghese che, però, dovrà scontare anche un’altra squalifica. L’allenatore della Roma è stato sanzionato anche dalla Uefa per gli insulti rivolti all’arbitro Taylor dopo la finale di Europa League persa ai rigori contro il Siviglia. L’ex tecnico dell’Inter, di fatto, non sarà presente in panchina nelle prossime quattro gare europee del team giallorosso.

Impostazioni privacy