Parla Dani Alves: prima intervista dal carcere, parole durissime

Dani Alves parla per la prima volta dal carcere, a sei mesi dall’arresto per molestie: lo sfogo del giocatore è durissimo

Dopo mesi e mesi di silenzio e tormenti, Dani Alves è tornato a far sentire la sua voce. Per la prima volta l’ex calciatore brasiliano ha rilasciato un’intervista esclusiva, direttamente dal carcere Brians 2 in cui si trova rinchiuso dallo scorso gennaio, quando è stato arrestato dopo la denuncia di aggressione sessuale da parte di una ragazza di 23 anni. In una lunga chiacchierata con la giornalista Mayka Navarro per La Vanguardia, l’ex giocatore di Barcellona e Juventus si è difeso, ha confermato la sua innocenza e ha anche parlato a lungo della donna che lo ha denunciato e, sostanzialmente, gli ha rovinato la vita.

Dani Alves prima intervista
Dani Alves parla per la prima volta dal carcere: sfogo clamoroso (Ansa, Francisco Guasco) – Giornaleromanista.it

Naturalmente le parole dell’ex calciatore brasiliano hanno fatto molto rumore. E non poteva essere altrimenti. Perché da quel maledetto giorno di gennaio, poco dopo aver vissuto l’ennesimo Mondiale della sua carriera da protagonista, l’ex terzino della Juventus ha visto la sua vita cambiare totalmente, di punto in bianco, senza alcun preavviso. E la versione dei fatti che è stata fin qui raccontata, a suo parere non corrisponde assolutamente alla verità. Per questo motivo ha deciso di parlare, di metterci la faccia, per far sentire anche la sua campana. Ed è una campana totalmente innocentista.

Prima di raccontare la sua verità, però, l’ex calciatore ha voluto scusarsi con la sua quasi ex moglie, Joana Sanz. Una donna che ha sposato otto anni fa, con cui è ancora sposato e che lui vorrebbe al suo fianco per tutta la vita: “Le ho chiesto di perdonarmi, qui, in carcere, di persona, ma tengo a farlo anche pubblicamente“. Parole molto dolci che non sappiamo quanto abbiano fatto breccia o meno nel cuore di Joana. Secondo molte riviste di gossip, la donna infatti negli ultimi mesi avrebbe deciso di divorziare, e la sua scelta sarebbe in teoria irremovibile.

Chissà però che il racconto di Dani non possa cambiare anche la sua percezione della vicenda. Rispetto a quanto emerso fin qui, la versione dei fatti dell’ex calciatore è totalmente diversa, e pone l’intera vicenda della presunta aggressione sotto una luce nuova, per certi versi inquietante.

La verità di Dani Alves: cosa è successo davvero nella discoteca di Barcellona

La vita dell’ex calciatore brasiliano è stata completamente ribaltata da un episodio accaduto il 30 dicembre in un bagno privato della discoteca Sutton di Barcellona. Tutto quello che è successo lo sanno solo lui e la ragazza che lo ha incolpato. Ma, dal racconto che ne fa il calciatore, è qualcosa di molto diverso da quello che lei ha fatto trapelare negli scorsi mesi.

Intervista Dani Alves
Dani Alves apre al perdono: le parole dell’ex calciatore (Ansa, Rungroj Yongrit) – Giornaleromanista.it

Pur essendo un uomo sposato, quella sera Alves si sarebbe lasciato prendere dalla situazione. Stava ballando con gli amici, quando ha notato la ragazza e le si è avvicinato. Hanno iniziato a ballare insieme, sempre più vicini. Non si sono baciati, ma dagli sguardi e dai movimenti l’attrazione era evidente. Così, le ha proposto di spostarsi nel bagno privato per avere un po’ di intimità. Lei ha inizialmente accettato, anche se, arrivati davanti alla porta, sembrava titubante. Alla fine però si è decisa ad entrare. E lì sarebbe accaduto quello che è accaduto.

A questo punto le loro versioni divergono. La ragazza ha affermato che lui era ubriaco. L’ex calciatore afferma di aver bevuto in quel momento solo acqua. Lei ha sostenuto di avergli chiesto di lasciarla andare, e di essere stata costretta ad avere un rapporto sessuale completo. Lui ha negato tutto, affermando che lei non gli ha chiesto di smettere, né ha detto di volersene andare. La porta era aperta, avrebbe potuto uscire quando voleva. Davanti alla porta c’era solo Bruno, un suo amico, per evitare che qualcuno entrasse. Ma lei non ha mosso un dito e ha acconsentito a tutto, secondo il racconto di Alves.

Riguardo a quello che è successo dopo, l’ex calciatore ha anche aggiunto che, se l’avesse vista piangere fuori dalla discoteca dopo quanto accaduto, come da lei raccontato, non se ne sarebbe tornato a casa, ma si sarebbe presentato in questura per chiarire subito l’accaduto. Ad ogni modo, nonostante la ragazza gli abbia rovinato la vita, forse seguendo, a suo parere, il cattivo consiglio di qualcuno, lui non riesce ad avercela con lei. E anzi si appella alla sua coscienza. “Io ho la coscienza pulita, non ho mai fatto del male a qualcuno volontariamente“, ha affermato il calciatore, aggiungendo che invece non sa se lei possa davvero dormire bene la notte, avendo rovinato per sempre la vita di una persona.

Nonostante questo, però, non vuole in alcun modo avercela con lei, e per questo ha aggiunto, sul finire dell’intervista: “Io la perdono“. Resta da capire se lei è disposta a fare altrettanto o meno. Perché in fondo la verità, come ha raccontato lo stesso calciatore, possono conoscerla davvero solo loro due.

Impostazioni privacy