Mourinho, salta tutto: altro terremoto a Roma

Altro terremoto in casa Roma, per la squadra guidata da mister José Mourinho è saltato tutto: la decisione è presa, ecco cosa sta succedendo

Calma apparente nel mondo Roma. Tiago Pinto sta lavorando alacremente per cercare di accontentare il più possibile le richieste di mister José Mourinho. Lo Special One, dal canto suo, attende nuovi rinforzi e a breve probabilmente si aspetta un’accelerazione sul fronte entrate. Il trainer portoghese, d’altronde, non è certo uno abituato ad accontentarsi, sebbene sia consapevole dei paletti imposti dal settlement agreement con l’Uefa.

Terremoto Roma, è saltato tutto
José Mourinho, altro terremoto giallorosso: è saltato tutto (ANSA) – Giornaleromanista.it

I limiti sono evidenti, tant’è che la dirigenza giallorossa si sta concentrando maggiormente sui parametri zero e sui potenziali affari in prestito. Lo dimostrano gli arrivi di Houssem Aouar ed Evan N’Dicka, sbarcati entrambi nella capitale senza che avvenisse il pagamento dei rispettivi cartellini.

Inoltre, la compagine romanista si è assicurata dal Leeds le prestazioni di Diego Llorente in prestito con diritto di riscatto e sempre dal Leeds ha preso Rasmus Kristensen, in prestito secco. Da qui in avanti, inoltre, i pensieri di Tiago Pinto saranno indirizzati soprattutto sulle questioni centrocampista e centravanti. Questi rappresentano due punti cardine del mercato giallorosso.

Per quanto concerne il ruolo della punta, l’obiettivo numero uno pare essere Gianluca Scamacca, il quale nei giorni scorsi ha dichiarato pubblicamente che ama la Roma e tornerebbe molto volentieri, nonostante l’interesse delle altre big italiane. Ma per il momento il West Ham non apre al prestito, in più non intende fare sconti (l’ha pagato 36 milioni di euro più bonus soltanto la scorsa estate).

Basterà la fede giallorossa di Scamacca? Forse no, ragion per cui il club capitolino si guarda attorno e mantiene viva pure la pista che porta al nome di Alvaro Morata. Mentre in ottica mediana uno dei profili che intrigano maggiormente è quello di Renato Sanches. Da non dimenticare, poi, Rodrigo De Paul e Marcel Sabitzer, pedine però più complicate da prendere. Nel frattempo, è giunta una notizie abbastanza significativa.

Roma, niente amichevole col Tottenham: il motivo

La società targata Friedkin, entrando più nello specifico, aveva programmato una tournée estiva in Asia e in Corea del Sud. Ovviamente erano state fissate anche alcune amichevoli: Wolverhampton, Incheon United e Tottenham. Il match contro gli ‘Spurs’ sarebbe dovuto andare in scena il prossimo 26 luglio, in quel di Singapore.

Terremoto Roma, è saltato tutto
José Mourinho, annullata la tournée in Asia: ecco perché (ANSA) – Giornaleromanista.it

Ma i giallorossi hanno deciso di annullare il viaggio in Asia, per via del mancato arrivo dei pagamenti concordati come riferisce il ‘Corriere dello Sport’. Dunque, l’amichevole tra Roma e Tottenham non si disputerà. Il club londinese, infatti, ha annunciato di aver rimpiazzato la squadra guidata da mister José Mourinho con il Lion City.

Mentre i capitolini, per il terzo anno consecutivo, svolgeranno la seconda parte della preparazione in Portogallo, in vista della prossima annata sportiva. L’intenzione è quella di alzare l’asticella, sperando che le cose in ambito di mercato vadano per il meglio.

Impostazioni privacy