Juve, Szczesny tra dramma e ritiro: il bianconero svela tutto

Szczesny ha attraversato un periodo fortemente negativo. Sia a livello umano che a livello sportivo: ecco che succede

La carriera di Szczesny è sempre stata su ottimi livelli. Dal suo approdo in Italia con la maglia della Roma sono passati ormai parecchi anni, ma il suo rendimento anche con il continuo avanzare del tempo è sempre stato costante. Cosa non facile, per un portiere che in un certo senso ha avuto spesso tanta concorrenza nel suo ruolo principale.

Szczesny racconta il malore con lo Sporting
Wojciech Szczesny fa commuovere i fan (LaPresse) – Giornaleromanista.it

Ma la prestazione sontuosa ai recenti Mondiali in Qatar è solo uno dei tanti aspetti positivi. Purtroppo però, da qualche tempo sembra che le cose per lui non stiano affatto andando bene. Oramai l’estremo difensore della Polonia va sempre più vicino ai 34 anni, ed è giunto il momento di capire come vorrà far evolvere il suo futuro. Gli anni migliori non sembrano ancora trascorsi, considerando la costanza delle sue prestazioni.

Tuttavia il giocatore sembra aver pensato spesso al ritirarsi, per poi aver cambiato idea subito dopo per amore nei confronti di questo sport. In una sua recente intervista, rilasciata a Canal Plus Sport Polonia, sono emersi anche altri temi. Temi che aiutano a ricostruire un quadro non positivo.

Ai microfoni dell’emittente in questione Tek si è aperto molto nei confronti del pubblico. Arrivando anche a parlare di tematiche toccanti e molto personali. Cosa che non tutti i calciatori sono disposti a fare, ma che un carattere tendenzialmente mite come il suo non poteva non fare. C’è un aspetto in particolare che risalta nell’intervista del portiere polacco.

Il dramma di Szczesny: “Ho pensato di morire”

Le parole di Szczesny sono state davvero toccanti. L’intervista è iniziata parlando della Polonia, con il ritiro dalla Nazionale che si sta avvicinando. Ma in ogni caso, anche per il club, non si prospettano chissà quanti anni di militanza. I suoi due desideri principali sono in primo luogo di trascorrere più tempo con la sua famiglia, poi di giocare per divertirsi. Cosa che non sempre si sposa col professionismo.

Szczesny pensa al ritiro
Szczesny medita il ritiro (Ansa) – Giornaleromanista.it

Nel complesso è stata un’intervista a tratti commovente, dove la tematica del ritiro è stata sviscerata in ogni suo aspetto, come la richiesta del figlio di farlo subito, in modo da poter trascorrere più tempo con lui.

Szczesny ha toccato anche il tema del malore accusato durante Juventus-Sporting, definendo l’episodio “spaventoso” e aggiungendo di aver pensato di stare per morire: “Sentivo come se il cuore stesse per esplodere – il racconto del portiere -. Il dolore al petto era orribile”. Acqua passata per fortuna, anche se non si sa ancora il motivo di ciò che è accaduto.

Impostazioni privacy