Juve nei guai: tutta colpa del rebus Vlahovic

Vlahovic è il primo bancomat per la società bianconera. Un intreccio che coinvolge la Premier frena tutto

La Juventus con 160 milioni di euro lordi è la squadra con il monte ingaggi più caro della serie A. Anche per questa ragione, la Vecchia Signora ha puntato forte su Cristiano Giuntoli, uomo mercato che ha fatto sorridere Aurelio De Laurentiis, offrendo come regalo d’addio il terzo scudetto. L’ex ds del Napoli ha firmato un contratto di cinque anni, un lasso di tempo inusuale per un dirigente.

La scelta, firmata John Elkann, dimostra quanta fiducia abbia la Continassa nelle doti del nuovo direttore dell’area tecnica. Giuntoli non avrà gli incassi della Champions, salvo sorprese dalla Uefa la Juventus non disputerà neanche la Conference League, per questo i primi nodi da sciogliere riguarderanno le cessioni.

Intreccio attorno a Vlahovic
L’intreccio con Vlahovic che coinvolge anche la Premier (ANSA) – Giornaleromanista.it

A Juan Cuadrado non è stato rinnovato il contratto, così come Angel Di Maria è tornato ad uno dei suoi primi amori, il Benfica. In difesa, l’unico big con cui fare cassa resta Bremer, Allegri vorrebbe privarsi di Alex Sandro ma il brasiliano ha avuto il rinnovo automatico fino al 2024. A centrocampo Paul Pogba è pericolante, mentre in attacco Dusan Vlahovic appare l’unico che può garantire una cospicua entrata.

Anche lo United su Hojlund: chi prende Vlahovic ?

Nel reparto offensivo, Massimiliano Allegri riparte da Moise Kean e Arkadiusz Milik, entrambi in rosa a meno di sorprese clamorose che riguardano l’azzurro. Federico Chiesa, 25 anni e contratto da 5 milioni netti fno al 2025, probabilmente farebbe felici tutti se trovasse una sistemazione adeguata. Per l’esterno, pagato 55 milioni, in stagione solo 21 match in serie A, segno di una condizione fisica ancora precaria. Proprio questa circostanza lo rende decisamente meno appetibile sul mercato.

Hojlund al Manchester United, sfuma Vlahovic
Rasmus Hojlund può finire al Manchester United (Ansa) – giornaleromanista.it

Totalmente diversa la situazione di Dusan Vlahovic. Il serbo, nonostante la pubalgia che in più di un frangente l’ha condizionato, ha diversi estimatori. Il classe 2000, 10 gol e 2 assist in 27 recite nel nostro campionato, con i suoi 7 milioni netti fino al 2026 pesa enormemente sulle casse bianconere. Oltre a PSG e Bayern Monaco, ci sono due squadre della Premier a seguirlo con attenzione.

La prima a muoversi era stata il Chelsea, poi un po’ la valutazione, un po’ il fatto che i londinesi non giocheranno in Europa, ha freddato la trattativa. Chi sembrava pronto ad affondare, avvicinandosi agli 80 milioni chiesti dai sabaudi, era il Manchester United. Ora, detto che i Red Devils restano attenti ad Harry Kane del Tottenham, gli Spurs avrebbero puntato anche Rasmus Hojlund. Curiosamente, il danese dell’Atalanta era il primo obiettivo proprio per la sostituzione di Vlahovic.

Come riporta il ‘Manchester Evening News’, il ds dei Red Devils John Murtough, avrebbe avuto un colloquio diretto con la società orobica. Nell’affare, scrive invece il ‘Daily Mirror’, lo United potrebbe inserire Mason Greenwood, da girare ai neraazzurri. L’esterno inglese, prima accusato e poi scagionato dall’accusa di stupro, era stato indicato anche come obiettivo della Roma. Rumors che sono stati subito smentiti. Difficile che Greenwood approdi anche alla corte di Gasperini.

Impostazioni privacy