Dal carcere alla Roma: Mourinho ha il nuovo bomber

Lo Special One potrebbe riabbracciare un giocatore conosciuto da giovanissimo nel vivaio del club che ha allenato

Aver allenato diversi club, oltretutto prestigiosi, consente ai tecnici che possono dire di aver avuto questa fortuna di andare a ripescare vecchi pallini, magari conosciuti da giovanissimi, che il tempo ed altre circostanze hanno impedito di allenare. E magari di far esordire in prima squadra, come poi accadde di lì a poco nel caso in oggetto. Nell’esperienza ai Red Devils di José Mourinho, lo Special One ha contribuito a lanciare nel grande calcio un talento come Marcus Rashford, ad esempio. Ma c’era un altro gioiello, in casa United, che il tecnico portoghese ha solo sfiorato. E che sarebbe poi esploso negli anni a venire.

Jose Mourinho pensa a Greenwood
Jose Mourinho pesca in Premier il nuovo bomber (Ansa Foto) – Giornaleromanista.it

Un’ascesa quasi irresistibile, quella del classe 2001, che può ancora fregiarsi del titolo di secondo giocatore più giovane della storia del Manchester United ad aver esordito in una gara di Champions League. Tutto avvenne alla tenerissima età di 17 anni e 156 giorni. Niente male per un ragazzo che aveva fatto tutta la trafila delle giovanili nel blasonato club inglese dall’età di 7 anni.

Talento sopraffino, coccolato e fatto crescere coi tempi giusti dai responsabili della cantera britannica, l’attaccante mancino si è fatto trovare pronto quando chiamato in causa per le prime gare ufficiali. Rispondendo presente e guadagnandosi ben presto prima un posto in prima squadra, poi addirittura una semi titolarità nell’affollato fronte offensivo dello United. Dopo aver saltato Euro 2020 per infortunio, la giovane stella, già andato in doppia cifra in Premier nella stagione 2019-20, ha disputato solo la prima parte della stagione successiva agli Europei. Nel gennaio del 2022 è cambiata la sua vita.

Mourinho non lo ha dimenticato: possibile colpo in prestito

Accusato di tentato stupro, aggressione e comportamento coercitivo e di controllo, Mason Greenwood fu arrestato per la prima volta proprio all’alba del nuovo anno. La sua ragazza dell’epoca, Harriet Robson, aveva pubblicato sui social delle foto col volto insanguinato e col corpo martoriato da presumibili percosse. Immediatamente scattarono le indagini della Polizia, che portarono al fermo del giocatore.

Mason Greenwood nel mirino della Roma
Mason Greenwood nel mirino della Roma (Ansa Foto) – Giornaleromanista.it

Ottenuta in seguito la libertà vigilata, il calciatore fu nuovamente incarcerato per violazione della stessa, fino ad arrivare, nel febbraio del 2023, al proscioglimento da qualsivoglia accusa. ‘I fatti non sussistono’, ha dichiarato la Polizia britannica. L’attaccante, messo immediatamente fuori rosa dallo United non appena furono avviate le indagini, continua ad essere escluso dalla rosa del club nonostante sia stato dichiarato innocente.

Sotto contratto fino al 2025 con opzione di rinnovo per un altro anno, Greenwood è un fantasma. Praticamente senza squadra, con una reputazione ormai compromessa da infamanti accuse, il giocatore – che nell’ottobre del 2020 valeva 50 milioni – sarebbe finito nella lista dei desideri di José Mourinho, che è sempre a caccia di un attaccante, stando a quanto riferito dal Sun.

In realtà la stessa società si è affrettata a smentire l’interessamento, spiegando che Mourinho non ha mai contattato Greenwood e che la Roma non è sulle tracce del calciatore.

Impostazioni privacy