Addio a zero, saluta la Roma a giugno del 2024

Dopo le tante e remunerative cessioni concluse prima del 30 giugno, la Roma si prepara a salutare, tra un anno, un altro giocatore

Missori, Volpato, Carles Perez, Tahirovic e Kluivert. E potrebbe non essere finita qui. Il Dg della Roma Tiago Pinto ha preso giustamente alla lettera le ‘indicazioni’ dell’UEFA a proposito del rientro nei parametri economici imposti dal Fair Play Finanziario, iniziando il calciomercato liberandosi di tutti quei profili in qualche modo sacrificabili. Ecco che allora, prima di iniziare la vera campagna acquisti, che già ha portato – a parametro zero – Houssem Aouar ed Evan Ndicka, il dirigente portoghese ha concluso un buon numero di cessioni, che consentono ora al club giallorosso di operare con più margine di manovra.

Rui Patricio via a zero
Rui Patricio, il futuro si tinge d’incertezza (Ansa Foto) – Giornaleromanista.it

In realtà, secondo le ultime indiscrezioni, altri calciatori potrebbero lasciare la Capitale. O perché non ritenuti indispensabili al progetto, o perché l’offerta per il loro cartellino si presenta come irrinunciabile. È il caso dei 30 milioni richiesti per Roger Ibanez: se arrivasse una proposta pari o superiore a questa cifra, il brasiliano verrebbe accompagnato alla porta. Ci sono poi i casi di quei giocatori che hanno il contratto in scadenza il 30 giugno del 2024. E che ancora non hanno rinnovato. Per uno di questi l’addio ‘a zero’ tra un anno sembra davvero inevitabile.

Rui Patricio addio, la Roma cerca l’erede

Stiamo parlando di Rui Patricio, l’estremo difensore portoghese che formalmente finirà la sua avventura nel club giallorosso tra un anno. Segnali per un prolungamento dell’accordo non sono arrivati e il portiere, che va per i 36 anni, sarà con tutta probabilità lasciato libero di andar via.

Rui Patricio, addio alla Roma nel 2024
Rui Patricio, sarà addio ‘a zero’ (Ansa Foto) – Giornaleromanista.it

Per quello che riguarda la caccia al sostituto, il club dei Friedkin si sarebbe già mosso con la Juve per Mattia Perin, che entrerebbe in una logica di rotazioni col portoghese. L’affare però non sembra dei più facili. Sfumato Vicario, trasferitosi in Premier League al Tottenham, l’obiettivo per la porta in Serie A resta Carnesecchi che bene ha fatto con la maglia della Cremonese al suo primo anno nel massimo campionato.

Di proprietà dell’Atalanta, il suo profilo piace molto anche alla Juventus che lo segue da diverso tempo. Per questo il suo approdo nella Capitale non sarà semplice, anche perché l’Atalanta potrebbe puntarci quest’anno, considerati i dubbi di Gasperini su Musso. Intanto per la Roma c’è una (quasi) certezza: l’addio di Rui Patricio tra un anno.

Impostazioni privacy